Mercato ottobre Italia: crescono gli autocarri spinti anche dall’LNG

45

Un mese di ottobre positivo per il mercato italiano dei veicoli pesanti. Gli autocarri infatti crescono in doppia cifra, visto che, secondo i dati elaborati da Anfia su numeri del ministero dei Trasporti, sono stati rilasciati 2.133 nuovi libretti di circolazione, vale a dire 10,9%in più rispetto a ottobre 2017. Così anche il trend dei primi 10 mesi del 2018diventa a maggior ragione positivo: 21.351 libretti di circolazione, il 10,2% in più, cioè, del periodo gennaio-ottobre 2017. A fornire un inedito contributo a questa crescita sono anche le alimentazioni alternative. Da inizio anno raddoppiano le immatricolazioni di autocarri a LNGcon ptt >18.000 kg, passando da 287 a 600 unità, con una quota del 2,8%.I veicoli alimentati a CNG, invece, presentano un incremento del 42,8%, con una quota dell’1,1%, per un totale di 237 mezzi nei primi 10 mesi dell’anno (145 con ptt <18.000 kg e 92 con ptt >18.000 kg). Le immatricolazioni di autocarri ibridi gasolio/elettrico (ptt tra 6.500 e 7.500 kg) passano da 46 a 108 unità e, insieme agli autocarri ‘full electric’, detengono una quota di mercato dello 0,5%. Complessivamente gli autocarri con alimentazione alternativa hanno visto il rilascio da inizio anno di 948 libretti di circolazione, con una crescita tendenziale del 68%e una quota di mercato del 4,4%(era del 2,3% un anno fa). “I volumi in costante crescita dei veicoli a GNL dimostrano che il mercato riconosce sempre più il gas naturale come primaria alternativa, immediatamente fruibile e dotata di un’infrastruttura di distribuzione in continua espansione – spiega Anfia – L’auspicio è che il Governo possa supportare, nei prossimi lavori del Consiglio, la filiera del gas naturale, eccellenza italiana in termini di occupazione e volume d’affari”.