Nuovi incentivi per i giovani conducenti: ecco l’articolo 27-bis

204

Da oggi l’Art. 27-bis è sottoposto al voto della Camera. Si prevede  l’introduzione di incentivi, per gli anni 2019 e 2020, in favore di giovani conducenti (che non abbiano compiuto i 35 anni d’età) nel settore dell’autotrasporto merci, disponendo, in particolare, il rimborso del 50% delle spese sostenute per il conseguimento della patente e delle abilitazioni professionali per la guida dei veicoli destinati all’esercizio dell’autotrasporto per conto terzi. Ecco il testo nel dettaglio:

Deve trattarsi di personale assunto con contratto di lavoro a tempo indeterminato da imprese di autotrasporto di merci per conto di terzi attive sul territorio italiano, alle quali spetta una detrazione, ai fini dell’imposta sul reddito delle società, pari ad una quota dei rimborsi effettuati per un importo complessivo massimo di 3 mila euro (commi 1-4). Agli oneri per il 2019, pari a 40 milioni di euro, si provvede mediante la riduzione del Fondo per l’attuazione del programma di Governo, di cui all’articolo 55. Al medesimo fondo affluiscono le maggiori entrate derivanti dall’articolo, pari a 16 mln di euro per il 2020 e a 0,5 mln di euro per il 2021 (comma 5). Dal 1°gennaio 2019 fino al 31 dicembre 2020 quindi, a tutti i conducenti, entro i trentacinque anni di età e con regolare contratto di lavoro a tempo indeterminato, spetterà un rimborso pari al 50% per tutte le spese sostenute per il conseguimento della patente e dell’esercizio per l’attività di autotrasporto merci sul territorio italiano per conto di terzi.