Il Mercato è in ripresa. Green, tecnologia, sicurezza: le parole chiave per i veicoli industriali.

374

“Con le merci si muove il Paese e la sua economia. Il nostro è un settore strategico che ha bisogno di interventi strutturali. Dobbiamo incentivare il rinnovo dei mezzi favorendo le alimentazioni green”. Queste le parole di Gianandrea Ferrajoli, il nuovo coordinatore di Federauto Trucks, la divisione che nell’ambito di Federauto raggruppa i concessionari di veicoli industriali di tutti i Brand operanti in Italia, in un’intervista di Federauto Time.

Dopo il fortissimo decremento per sette anni consecutivi, fino al 2014, da 15 mesi a questa parte stiamo vivendo una ripresa e guardando i dati europei, vediamo che l’Italia è trainante, avremo però bisogno di interventi più strutturali, perché siamo un settore strategico“, afferma il CEO di Mecar Gianandrea Ferrajoli. “Dobbiamo incentivare con una visione di maggiore respiro il ricambio dei mezzi che sono sulla strada da troppo tempo e favorire l’acquisto delle alimentazioni green. Credo che il rinnovo del parco debba essere in cima alla nostra agenda governativa, sia per una questione di sicurezza sia per una sostenibilità ambientale“.

A livello distributivo, il modello che ha retto per diversi decenni è crollato con la crisi. Questo non è sempre e necessariamente un male, come sottolinea Ferrajoli: “Molti concessionari sono diventati più strutturati e hanno ampliato i loro servizi.  Il retail si è ridotto a favore di una maggiore affermazione delle flotte, che sono molto più esigenti e portano marginalità più ridotte“.

L’altra partita in campo è quella della tecnologia, a più livelli e su più fronti. “La Logistica verrà impattata dalle tecnologie telematiche il cui sviluppo è sempre più pervasivo ed esponenziale. I camion producono un’infinità di dati e questi Big Data saranno uno strumento importante nella partita che si giocherà domani“, conclude infine il dott. Ferrajoli.

12-13veicoli-industriali