Mecar: opportunità per il Sud

670
Mecar opportunità per il sud

La grande concessionaria arriva anche al sud. Il successo, già preannunciato, è targato Mecar e Iveco si appresta ad aprire la quarta sede proprio a Cosenza. Un’operazione in tempo record concepita lo scorso luglio e che ieri sera è stata ufficialmente inaugurata. «La storia inizia nel Salernitano – ha dichiarato Gianandrea Ferrajoli, amministratore delegato Mecar – ma è cresciuta in maniera esponenziale grazie alla strategia cliente-centrica apprezzata dagli operatori dei trasporti nel meridione“.

L’investimento, leitmotiv del progetto, è stato letteralmente “investito” dalla passione del giovane manager che ha puntato dritto alla Calabria: «L’azienda ha altre due sedi oltre quella principale a Nocera Superiore coprendo le regioni della Campania e della Basilicata. Abbiamo scelto Cosenza forti dei buoni rapporti con la clientela. Siamo scesi ancora più a sud per espandere la rete e offrire una gamma di servizi ancora più ampia con 18 officine autorizzate su tutta la zona di competenza. Siamo certi che la nostra presenza sul territorio calabrese porterà buoni frutti».

Anche perché a raccoglierli non sarà solo la clientela, ma l’intera formula, pensata in chiave più moderna, secondo un programma assistenziale e, per di più, in bellavista, proprio nel cuore nevralgico della zona industriale rendese. “Circa 100 mq della struttura saranno dedicati al magazzino ricambi con l’obiettivo di raggiungere livelli di efficienza sul delivery time mai raggiunti sul territorio. E’ questo il primo beneficio che il progetto porterà in breve tempo, seguito da un forte focus del sales team sul recupero della quota di mercato di tutta la gamma. Abbiamo mosso i primi passi sul territorio calabrese due anni fa, quando la distribuzione era in forte difficoltà e le certezze erano davvero poche“.

Ma credere fortemente nel progetto ha accompagnato l’iter di Ferrajoli e dei suoi stretti collaboratori, Luigi Maria Ferrajoli e Paula Mary Clarke, già sorretti da quella determinazione tipica delle giovani generazioni. «La Calabria è un’opportunità e anche per questo abbiamo puntato sul perfezionamento delle assunzioni. Abbiamo selezionato giovani tra i 30 e i 40 anni, esperti in management e rigorosamente calabresi, ma anche professionisti che lavoravano in altre aziende. La nostra scommessa principale è vedere se il nostro business funzionerà anche in questa regione».

Il gruppo Mecar partner di Iveco vanta ben diciotto officine autorizzate in tutto il Meridione. Con l’inaugurazione di un nuovo stabilimento in quel di Rende, oltre ad affermarsi come azienda leader nel Meridione del suo campo intende lanciare un forte messaggio rivolto a tutti gli operatori economici del Sud. Un messaggio improntato alla speranza e alla convinzione che, grazie all’impegno e al lavoro duro, possono essere raggiunti ottimi risultati imprenditoriali. Anche in tempo di crisi.

Federica Montanari

Articolo originale pubblicato nella Gazzetta del sud 19/11/14