Legge di bilancio 2019: tutte le misure a sostegno dell’autotrasporto

53

Considerata l’approvazione definitiva della Legge di Bilancio 2019, riportiamo qui di seguito le misure principali compatibili con il settore dell’Autotrasporto

  1. MISURE A SOSTEGNO DEGLI INVESTIMENTI PER L’AUTOTRASPORTO

Il Fondo a supporto dell’Autotrasporto in Conto Terzi, al cui interno è previsto lo specifico Fondo per gli Investimenti per il rinnovo dei mezzi commerciali (inclusi quelli ad alimentazione C-LNG), è stato confermato per un importo complessivo pari a circa 330 milioni euro, di cui circa 35-40 milioni di europotrebbero essere riservati al Fondo Investimenti a supporto degli investimenti in beni ad alimentazione alternativa  (il piano attuativo sarà regolato da uno specifico Decreto Attuativo del Ministero Infrastrutture e Trasporti).

  1. MISURE DI AGEVOLAZIONE FISCALE PER ACQUISTI IN BENI STRUMENTALI + INDUSTRIA 4.0

2.1.        LEGGE SABATINI BIS

la misura di agevolazione fiscale per gli investimenti in beni strumentali da parte delle Piccole e Medie Imprese (PMI) attualmente in vigore con la denominazione di “Legge Sabatini Bis” (accesso agevolato al credito per investimenti in Beni Strumentali) è confermato e rifinanziato fino al 2021, per un importo pari a 48 milioni di euro per il 201996 milioni di euro per il 202048 milioni di euro per il 2021.

La riapertura dello sportello è prevista per il 7 febbraio 2019 e per la copertura fondi verrà data precedenza alle domande inoltrate a dicembre 2018 non soddisfatte per insufficienza delle risorse disponibili.

Per maggiori dettagli e per Il “Modulo di Domanda”, vi rimandiamo al sito del Ministero dello Sviluppo Economico link:https://www.mise.gov.it/index.php/it/incentivi/impresa/beni-strumentali-nuova-sabatini, dov’è anche disponibile la “Guida alla compilazione del Modulo di domanda”.

2.2.        MINI IRES

la misura di agevolazione fiscale per gli investimenti in beni strumentali ordinari nuovi del “Superammortamento” al 130% è stata sostituita da una nuova misura di agevolazione fiscale per gli investimenti in beni strumentali (inclusi macchinari agricoli e da costruzione, autobus da turismo e veicoli commerciali leggeri e pesanti) che prevede la riduzione dal 24% al 15% dell’imposta applicata agli utili d’impresa denominata “IRES” (Imposta Reddito delle Società).

Il beneficio fiscale, che può arrivare fino ad un massimo del 9% dell’investimento, si applica sulla quota di ammortamento annuale degli investimenti agevolati con un limite massimo determinato come il minore tra l’imponibile dell’esercizio e l’utile dell’anno precedente accantonato a riserva e non distribuito. Eventuali eccedenze risultanti dai limiti sopra riportati possono essere utilizzate nei periodi di imposta successivi.

Al fine di beneficiare della MINI IRES le aziende devono mantenere un livello di investimenti costante o in crescita rispetto alla situazione congelata al  31.12.2018.

  1. BANDI INAIL

L’INAIL ha pubblicato il Bando Incentivi ISI 2018 che stanzia quasi 370mio€ di incentivi a fondo perduto e che vengono assegnati fino a esaurimento, secondo l’ordine cronologico di arrivo delle domande.

L’obiettivo del bando è quello di:

  • incentivare le imprese a realizzare progetti per il miglioramento dei livelli di salute e sicurezza sul lavoro rispetto alle condizioni preesistenti e riscontrabile, ove previsto, con quanto riportato nella valutazione dei rischi aziendali
  • incentivare le micro e piccole imprese operanti nel settore della produzione agricola primaria dei prodotti agricoli per l’acquisto di nuovi macchinari ed attrezzature di lavoro caratterizzati da soluzioni innovative per abbattere in misura significativa le emissioni inquinanti e, in concomitanza, conseguire la riduzione del livello di rumorosità o del rischio infortunistico o di quello derivante dallo svolgimento di operazioni manuali.

I destinatari sono le Imprese, anche individuali, ubicate su tutto il territorio nazionale iscritte alla Camera di Commercio Industria, Artigianato ed Agricoltura.

Il contributo, pari al 65% dell’investimento, fino a un massimo di 130.000 euro, viene erogato a seguito del superamento della verifica tecnico-amministrativa e la conseguente realizzazione del progetto ed è cumulabile con benefici derivanti da interventi pubblici di garanzia sul credito  (es. gestiti dal Fondo di garanzia delle Pmi e da Ismea).

Le domande posso esser presentate a partire dall’11 aprile 2019 e fino alle ore 18:00 del 30 maggio 2019.

Per maggiori dettagli https://www.inail.it/cs/internet/attivita/prevenzione-e-sicurezza/agevolazioni-e-finanziamenti/incentivi-alle-imprese/bando-isi-2018.html