IVECO partecipa a “The Small Scale LNG Use, Euro-Mediterranean Conference & Expo” a Napoli

34

Si sono aperte mercoledì le porte di “The Small Scale LNG Use, Euro-Mediterranean Conference & Expo”, appuntamento internazionale nato dall’iniziativa di ConferenzaGNL® per promuovere la filiera del GNL di piccola taglia, divenuta ormai realtà concreta nella transizione energetica globale, giunta alla sua quinta edizione.

Per IVECO ha partecipato Fabrizio Buffa, Gas Business Development Manager per il mercato Italia, che ha illustrato la posizione del costruttore nazionale, in virtù del suo ruolo di pioniere nella tecnologia delle trazioni alternative, forte di un know-how che gli ha permesso di arrivare a proporre un’intera gamma di veicoli a gas naturale, con un parco circolante di oltre 30.000 mezzi in tutta Europa.

IVECO ha portato la propria testimonianza di come il gas naturale liquefatto – accanto al quale sono impiegati anche quello compresso e il bio-metano – abbia costituito inizialmente una sfida e progressivamente si sia imposto come l’alternativa al diesel più matura, sicura e conveniente, dimostrando di essere il carburante ideale anche per le lunghe distanze. Appartiene infatti proprio a un IVECO Stralis NP460 il record di distanza di 1.728 km da Londra a Madrid con un solo pieno di LNG, stabilito già a ottobre dello scorso anno.

Lo Stralis NP è il prodotto dell’esperienza più che ventennale di IVECO nel settore delle trazioni alternative, equipaggiato con un motore Cursor 13 da 460 cv altamente performante e una tecnologia che assicura non solo un Costo Totale d’Esercizio competitivo ma anche una significativa riduzione sia dei consumi sia dell’azione inquinante – con un 90% in meno di NO2, il 99% in meno di PM e, qualora venga impiegato il biometano, il 95% in meno di CO2 rispetto alle equivalenti versioni diesel.

L’edizione di quest’anno dell’evento si sviluppa in una serie di workshop che toccano molteplici temi, affrontandoli dalle varie prospettive, a partire dalla produzione e l’utilizzo di LNG e BioLNG attraverso nuove tecniche di liquefazione a Km zero, alla decarbonizzazione e l’abbattimento degli inquinanti come primi effetti dell’approccio dell’economia circolare, fino all’analisi del parco circolante di veicoli LNG in Italia, che evidenzia la diffusione via via sempre più consolidata di una nuova mentalità da parte di flottisti e autotrasportatori, e dell’importanza di individuare e sostenere soluzioni efficienti per ridurre le emissioni nel settore dei trasporti come opportunità per governi e istituzioni.

 

Nel suo intervento, Fabrizio Buffa ha sottolineato: “Per la prima volta nella storia economica globale un nuovo carburante si diffonde simultaneamente in tutti i continenti. Gli sforzi e gli investimenti che IVECO ha iniziato a concentrare anche quando parlare di gas naturale per i veicoli industriali – e per le missioni a lungo raggio – pareva un mero esercizio utopistico, hanno confermato la lungimiranza della nostra visione e oggi continuano a confermare che ci trovavamo sulla strada giusta. La domanda di veicoli che impiegano tale tecnologia per la loro alimentazione è in continua crescita e IVECO è decisa a mantenere la propria leadership continuando a investire nello sviluppo di soluzioni a gas naturale per la sua intera gamma di veicoli a metano, ancor più oggi, che anche governi e istituzioni hanno iniziato a riconoscere l’importanza strategica e il valore di questo carburante, pulito e conveniente, nella realizzazione di un trasporto davvero sostenibile ”.