Il Giappone incontra l’UE in un caldo giorno d’estate a Bruxelles

42

“In Europa, come nella Terra del Sol Levante, c’è l’esigenza di portare a compimento la transizione dei Truck Dealer da un modello basato sul prodotto verso un modello di business che pone al centro il servizio al cliente”
Questo il messaggio lanciato oggi da una delegazione di dealer giapponesi ed europei – rispettivamente capitanati da Kazuo Nakajima (Presidente del comitato Bus e Truck di JADA & CEO della Kanto Isuzu Motor CO, Ltd) e Gianandrea Ferrajoli (Presidente della divisione Truck del CECRA & CEO di MECAR SpA) – riunitisi a Bruxelles in occasione dell’incontro bilaterale organizzato dal CECRA (Associazione degli Automotive Dealer Europei) e dalla JADA (Associazione degli Automotive Dealer Giapponesi).


Nel mondo globalizzato in cui viviamo, le aziende di distribuzione, manutenzione e riparazione Truck si ritrovano a confrontarsi con problematiche sempre più simili, indipendentemente dall’area geografica in cui operano. Trovare soluzioni che supportino le società di logistica nel loro obiettivo di abbattere le emissioni di CO2, riuscire a cogliere le opportunità offerte dal boom dell’e-commerce, integrare i principi virtuosi della sharing economy all’interno della propria equazione di business, rendere l’industria del truck e della logistica più attraente per risorse umane giovani e competenti, sono solo alcune delle sfide comuni per i dealer europei e giapponesi.

Nel corso degli ultimi 3-4 anni, alcuni Truck dealer sia in Giappone che in Europa hanno lavorato sodo per cercare di adattare il loro business model alle esigenze del paesaggio economico drasticamente rinnovato a seguito dalla pesante crisi economica. Le moderne società di logistica si aspettano che il Truck dealer sia il loro principale alleato nella riduzione del downtime e nell’abbattimento dei costi legati all’esercizio del veicolo. Alcuni concessionari hanno già fatto notevoli progressi identificando soluzioni innovative ai problemi dei clienti, ma, secondo l’opinione condivisa del CECRA e della JADA, c’è ancora molto da fare.

Entrambe le associazioni sono attualmente impegnate nell’individuazione delle pratiche più innovative adottate dai Truck dealer all’interno dei mercati di competenza e nella diffusione di queste ai dealer attraverso il network degli associati.

Di seguito alcune dichiarazioni dei presidenti di JADA e CECRA espresse a margine dell’incontro.

Mr. Kazuo Nakajima – Chairman of JADA’s Buses and Heavy-Duty Truck Committee & CEO Kanto Isuzu Motor CO, Ltd: “Siamo positivamente sorpresi dalla visione chiara e precisa e dalla fiducia espressa dalla nostra controparte europea, il CECRA. In particolare ci interessa capire meglio il lavoro svolto dal CECRA sul tema dell’accesso diretto ai dati generati dai veicoli connessi”

Mr. Gianandrea Ferrajoli – Chairman of CECRA’s Truck Division & CEO Mecar: “Al CECRA, da sempre cerchiamo di guardare aldilà dell’orizzonte e siamo costantemente alla ricerca di ciò che può essere utile per il nostro settore. Considero quella di oggi una giornata storica, poiché grazie a quest’incontro bilaterale tra le due delegazioni di dealer abbiamo appreso molto su un’economia davvero importante come quella giapponese. Ad oggi abbiamo semplicemente aperto una porta su un mercato che, per dimensioni e caratteristiche, ha tanto da insegnare a noi Truck dealer europei. Posso già anticipare che la relazione con la JADA non è destinata a concludersi qui”