Gianandrea Ferrajoli nella top 25 dei Lean Practitioners

780

Prestigioso riconoscimento per il Ceo di Mecar SpA, premiato ad Amsterdam nel corso della LMJ Annual Conference

Innovazione, formazione, miglioramento continuo, aggiornamento e motivazione del personale: ancora una volta Mecar SpA occupa spazi poco affollati, ritenendo il Lean Management strategico nella propria crescita.

Un riconoscimento avvenuto nel corso della Lean Annual Conference lo scorso 9 luglio, che ha visto l’inserimento del CEO Gianandrea Ferrajoli nella top 25 dei Best LeanPractitioners.

Dal 2009, Mecar ha iniziato un profondo processo di ristrutturazione del proprio business, aprendo la porta a nuovi mercati, creando nuovi business e sfide fino alla trasformazione dell’azienda in SpA, avvenuta nel gennaio 2015.

Il prestigioso premio per Gianandrea Ferrajoli è il sigillo a numerosi processi di innovazione introdotti in ambito aziendale, tra i quali si segnalano:

  • il progetto Mecar Partners, un programma che permette alle officine autorizzate di accedere ad un sistema di Business Intelligence System integrato per il controllo dei KPI in tempo reale, (conto deposito per i ricambi con stock dinamico basato sulla velocità di movimentazione dei vari parts, l’integrazione automatica per laminimizzazione dei tempi morti ed il miglioramento del Fill Rate da 87% a 92%;
  • la creazione di un sistema decisionale automatizzato (Decision Support System, o DSS) per il business dei ricambi che ha portato a miglioramenti nel ambito degli acquisti e della programmazione (con un incremento del 24% dello stock ad alta movimentazione ed una diminuzione del 17% delle obsolescenze)

Presente per Mecar SpA, il CFO Luigi Maria Ferrajoli (nella foto).

Di seguito, l’intervista completa per il Lean Management Journal.