Gas naturale: inaugurata una nuova stazione LNG a Sommacampagna (VR)

3

Inauguarata nuova stazione di servizio LNG a Sommacampagna (VR), crocevia autostradale strategico per la logistica transalpina. Presente anche Iveco. 

La nuova stazione della provincia veneta amplia la rete dei distributori presenti sul territorio nazionale ed assume un ruolo cruciale per la diffusione di una logistica sostenibile, anche in relazione al dibattito sulle misure di limitazione dei transiti sull’asse del Brennero adottate sul territorio austriaco.

L’impianto di proprietà della Dalla Bernardina F.lli, azienda specializzata nel commercio di prodotti petroliferi e già proprietaria di altri nove punti di rifornimento nella provincia veronese, distribuisce tutti i principali tipi di carburanti, con tre multi dispencer doppi in modalità self service per le auto, due ad alta portata per il gasolio pesante, due doppi per il metano compresso e uno doppio per il GPL, e a breve sarà in grado di effettuare anche la ricarica delle auto elettriche. Per il gas naturale la stazione fa affidamento su di un serbatoio da 80.000 litri ed erogatori che possono rifornire due pesanti stradali contemporaneamente.
L’intera struttura si sviluppa su di una superficie di 13.700 mq, con un servizio di lavaggio auto e un ampio parcheggio anche per i camion, e precede di pochi mesi il secondo distributore di LNG che lo stesso proprietario prevede di completare entro il mese di agosto a Nogarole Rocca (VR) in corrispondenza dell’imbocco per la A22.La stazione, che sorge a 400 mt dal casello autostradale A4 di Sommacampagna e a cinque km dall’intersezione con la A22 del Brennero, va ad accrescere la copertura distributiva in una zona particolarmente strategica ad altissima percorrenza, che connette il Nord Italia non solo con il resto del territorio nazionale ma anche con i principali paesi europei.

 

Massimo Santori, Relazioni Istituzionali, CNH industrial, ha commentato: “La tecnologia che impiega carburanti puliti come il gas naturale o il biometano – per il quale la nostra intera gamma di mezzi è già predisposta – costituisce la soluzione più matura e immediatamente praticabile per affrontare in modo concreto la transizione energetica e per realizzare un trasporto sostenibile, sia sul piano ambientale sia su quello economico, anche sulle direttrici soggette a specifici vincoli di traffico come, per esempio, il Brennero e gli itinerari alpini. Lo sviluppo della rete infrastrutturale di erogazione del LNG sugli assi transalpini rende finalmente possibile l’attraversamento delle Alpi con mezzi ecologici e silenziosi”.