10 -11 maggio la Mostra D’Oltremare di Napoli ospita la ConferenzaGNL ed ExpoGNL 2017

140

Mecar SpA quest’anno sarà presente alla Conferenza GNL, iniziativa nata nel 2012 per promuovere gli usi diretti del GNL nell’area euro-mediterranea, l’evento a Napoli: una conferenza internazionale e una expo dedicati al combustibile a minore impatto ambientale. Nel prossimo maggio il Palazzo dei Congressi della Mostra d’Oltremare accoglierà istituzioni europee e nazionali, associazioni, aziende ed esperti che si confronteranno sulle prospettive del GNL per i trasporti marittimi, terrestri pesanti e per industrie e reti isolate in Italia e nel Mediterraneo. Un’occasione per dare visibilità alla nuova filiera industriale volano di sviluppo per tutto il Sud. 

Il 10-11 maggio la Mostra D’Oltremare di Napoli ospita ConferenzaGNL ed ExpoGNL 2017, duplice evento dedicato agli usi diretti del GNL (Gas Naturale Liquefatto) che unisce una conferenza internazionale (quarta edizione) e una manifestazione espositiva (seconda edizione) dove le aziende potranno presentare progetti, prodotti e tecnologie.

Il programma di ConferenzaGNL prevede, nell’arco dei due giorni, tre sessioni plenarie, dedicate a temi generali (scenari di mercato, politiche e programmi di sviluppo), e tre discussion session che affronteranno temi specifici (trasporti terrestri, trasporti marittimi e acque interne, industrie e reti isolate) e una serie di seminari tecnici a cura di aziende, associazioni e patrocinatori.

La partecipazione prevede opportunità di sponsorizzazione che includono la visibilità nell’ambito di ConferenzaGNL e la presenza a ExpoGNL. L’area espositiva, che risponde all’esigenza delle imprese di farsi conoscere e di incontrare gli altri operatori in questa fase di grande crescita, è di oltre 1000 metri quadrati e offre ampi spazi esterni per autobotti e camion anche per l’effettuazione di prove su strada. Quattro sale convegni sono a disposizione per eventi paralleli e incontri organizzati da associazioni e imprese.

 PERCHÉ NAPOLI

La crescita della domanda e la disponibilità di tecnologie consolidate offrono all’Italia l’eccezionale ruolo di “piattaforma” Euro-Mediterranea per la diffusione del GNL di piccola taglia anche nei Paesi delle sponde Sud ed Est dell’intero Mediterraneo, oltre a quelli della sponda Nord. Napoli è stata scelta per la sua centralità nel bacino del Mediterraneo, la presenza di un porto di rilevanza internazionale, la vicinanza degli interporti di Nola e Marcianise, l’attività nel GNL di importanti imprese regionali.

Non secondario, nella scelta di Napoli, l’intento di richiamare l’attenzione di istituzioni, forze politiche ed economiche sull’urgenza di recuperare la distanza che anche nel GNL di piccola taglia si sta creando tra Italia settentrionale e meridionale (con l’eccezione della Sardegna).

AFFERMAZIONE E CRESCITA DEGLI USI DIRETTI DEL GNL

Il GNL è protagonista della transizione dei sistemi energetici verso l’utilizzo di fonti meno inquinanti e di tecnologie più efficienti grazie alla sua capacità di coniugare basso impatto ambientale e competitività degli investimenti infrastrutturali per la sua distribuzione.

L’utilizzo diretto del metano liquido come combustibile consente infatti di abbattere le emissioni di anidride solforosa (-99%), ridurre la CO2 (-15%), azzerare le polveri sottili (-100%). Inoltre le nuovissime tecnologie di produzione del BioGNL promettono un combustibile ad impatto zero, perché toglie dall’ambiente gli inquinanti rifiuti organici e i liquami zootecnici.

Il GNL di piccola taglia richiede infrastrutture simili a quelle in uso per i combustibili petroliferi, che si ripromette di sostituire, e permette di metanizzare rapidamente luoghi difficilmente raggiungibili con i gasdotti, come le piccole isole, i centri abitati dell’entroterra e le industrie isolate, utilizzando delle autobotti.

Oltre ai trasporti pesanti terrestri e marittimi – come nei traghetti e nelle navi da crociera – l’uso del GNL si sta espandendo nei trasporti ferroviari e aerospaziali, mentre nuove tecnologie sempre più economiche permettono di produrlo anche da gasdotti, oltre a riceverlo con piccole navi dai grandi e diffusi impianti internazionali di liquefazione.

Le decisioni dell’incontro mondiale sul cambiamento climatico COP21 di Parigi di dicembre 2015, confermati dal COP22 di Marrakech del novembre 2016, le indicazioni della Direttiva europea sulle infrastrutture per combustibili alternativi al petrolio (DAFI) e la nuova strategia europea per una mobilità a basse emissioni (LEMS), hanno riconosciuto il GNL di piccola taglia come una delle principali opportunità di sviluppo sostenibile e contenimento del cambiamento climatico.

 GLI ORGANIZZATORI

ConferenzaGNL è un’iniziativa indipendente, nata nel 2012, per promuovere la nuova filiera industriale del GNL di piccola taglia in Italia e nell’area euro-mediterranea e coglierne tutte le opportunità ambientali ed economiche.

In meno di cinque anni ConferenzaGNL, acquisita da Mirumir srl nel 2016, ha organizzato 3 conferenze internazionali, 1 expo e 7 workshop tematici coinvolgendo istituzioni e aziende a tutti i livelli ed è diventata una voce rappresentativa nei tavoli di lavoro istituzionali, nelle consultazioni e nelle audizioni parlamentari, nonché punto di riferimento per il settore  grazie a una costante attività di informazione e sensibilizzazione, sviluppata anche attraverso il suo sito web e la sua newsletter quindicinale.

L’iniziativa, promossa da Diego Gavagnin, esperto del settore energetico, è sviluppata da Mirumir, società organizzatrice di fiere e congressi, con la collaborazione di WEC Italia, il comitato nazionale del World Energy Council, la più importante organizzazione internazionale mondiale multi-energy.

Compila il form a fianco per ricevere maggiori informazioni sulla conferenza.